Dott.ssa Franceschini Laura

Tel. 360 249965
franceschinilaura.livorno@gmail.com

  • Testata
  • Testata

Adolescenza

L’ adolescenza è l’età del cambiamento, come implica la stessa etimologia della parola: “adolescere” significa in latino “crescere”. L’adolescenza è un passaggio tra l’infanzia e l’età adulta, una stagione della vita, fatta di turbolenze, rallentamenti ed eccessi. L’obiettivo fondamentale del passaggio adolescenziale è la conquista dell’autonomia personale, resa possibile da una consapevole costruzione della propria identita’.

In questo periodo infatti, oltre al cambiamento fisico e l’emergere della sessualità, nuove forme di pensiero permettono una ristrutturazione dell’immagine di sè. Viene raggiunto il pensiero formale prima, e riflessivo poi, che aprono nuovi orizzonti, si possono formulare ipotesi, ragionare intorno ad esse e trarne conclusioni personali.

In questo percorso evolutivo l’adolescente deve confrontarsi con molteplici sfide evolutive che deve affrontare per poter passare dalla condizione di bambino a quello di adulto. Tra questi compiti rientra la costruzione dell’ immagine di se’ separata da quella dei genitori;l’acquisizione di una maggiore padronanza dei nuovi processi cognitivi, che permettono una migliore introspezione e progettualità; lo sviluppo di una identita’ sociale;la capacita’ di instaurare relazioni sentimentali e sessuali. Ogni adolescente trova il proprio modo e i propri tempi per affrontare questi compiti evolutivi.

Tuttavia, in questa fase del ciclo vitale, e’ possibile che l’adolescente incontri delle difficolta’ nel superare i vari compiti evolutivi, provocandogli cosi sofferenza e disequilibrio; possiamo dire che la tendenza e la caratteristica specifica di questa eta’, e’ di esprimere tale sofferenza con il corpo e con l’azione (anche repressa).

Le manifestazioni del disagio del ragazzo o della ragazza, possono riguardare:

- Problemi scolastici (“non mi importa niente”, “non valgo”,”non sono capace””i miei compagni mi prendono in giro”)

- Conflitti con i genitori (“mi trattano da bambino”, “non mi capiscono”,”non li capisco”, “mi soffocano”)

- Isolamento rispetto al gruppo dei coetanei (“non ho voglia di uscire”, “non ho voglia di vedere nessuno”, “non mi considerano”, “nessuno mi ascolta”, “non riesco a farmi degli amici”, “non rimango simpatico”,”non so cosa dire”)

- Disagio rispetto al proprio corpo (“non mi piaccio”, “chissa’come diventero’”)

- Dubbi sulla propria identita’ sessuale (“non so se mi piacciono ragazzi o ragazze”)

- Sofferenze sentimentali (“mi ha lasciato, nessuno mi vuole”)

A volte per questi motivi, ed altri ancora, e’ possibile evidenziare la necessita’ di accedere ad una consulenza psicologica con la quale poi, e’ possibile comprendere il disagio e i comportamenti sintomatici e la loro eventuale funzionalita’ all’interno del contesto relazionale in cui si manifesta.

Il trattamento puo’ riguardare ;

· La presa in carico dell’adolescente per un intervento di psicoterapia o di counselling psicologico

· Un percorso con la coppia genitoriale ed eventualmente con uno dei genitori, per una consulenza psicologica, sostegno alla genitorialita’, psicoterapia di coppia

Un percorso sia sull’adolescente che sui genitori.

DOTT.SSA FRANCESCHINI LAURA | 15, Via Monte Grappa - 57123 Livorno (LI) - Italia | P.I. 01451140493 | Cell. +39 360 249965 | franceschinilaura.livorno@gmail.com | Informazioni legali | Privacy | Cookie Policy | Sitemap
Powered by  Pagine Gialle  -  SmartSite Easy